28 ago 2013

ANTICHE COLTIVAZIONI DI CASTAGNO IN GIAPPONE 日本の古い栗の木

La cultura del castagno non è una prerogativa italiana o europea: anche in Giappone vaste zone pedemontane sopravvissero per millenni grazie a questo straordinario albero.

Nella prefettura di Aomori è stato ritrovato il sito di "Sannai-Maruyama" risalente al periodo Jomon: si tratta del periodo (縄文時代  Jōmon-jidai) di storia giapponese che va da circa il 10.000 a.C. fino al 300 a.C.
Con "Jōmon" ci si riferisce al popolo e alla cultura giapponese di quell'epoca; occorre comunque tener ben presente che, data la vastità del periodo temporale coperto, non sono esistiti un popolo e una cultura "Jōmon" monolitici, quanto piuttosto più popoli e culture accomunati dall'uso di certe tecniche (in particolare dalla tecnica di produzione di vasellame).

Questa paricolare località fu abitata in maniera continua per un lunghissimo periodo di tempo (circa 5500 ~ 4000 anni ).

Ricostruzione di un sito preistorico utilizzante legno di castagno
Da scavi effettuati fin dal 1992, sono stati trovati resti di pit-house, le tipiche case-pozzo, resti di altre abitazioni, le long-house, tombe di adulti e di bambini, cumuli di detriti, resti di strutture con supporti i pilastri, cantine per stoccaggio, cave d'argilla, pozzi di smaltimento rifiuti e strade, che rivelano le caratteristiche dell'insediamento e dell'ambiente naturale del periodo.
Inoltre, è stati rinvenuta una quantità enorme di ceramiche del periodo Jomon, utensili di pietra, statuette di argilla, ornamenti in pietra e ceramica, oggetti in legno come bastoni di scavo, borse e tessuti, oggetti laccati e ossa. v'erano anche oggetti di giada e ossidiana che sono stati importati da altre zone del paese.

Interno della casa preistorica in legno di castagno
Attraverso analisi del DNA sono state ritrovate tracce di coltivazioni quali zucche e fagioli ma soprattutto chiari segni della coltivazione intenzionale di alberi di castagno; evidenti i resti di castagne carbonizzate.
Il legname veniva inoltre utilizzato per le costruzioni.

Il luogo è stato designato come Sito Storico Nazionale di interesse speciale nel novembre 2000.

Per approfondire: clikka sul sito sannai-maruyama

27 ago 2013

MARRADI: VISITA STUDIO AI CASTAGNETI DELLA PROV. DI CUNEO

L'Associazione Strada del Marrone di Marradi e il Centro Europeo Studi sul Castagno , hanno organizzato per il 5 settembre una visita in provincia di Cuneo, ospiti del prof Alma, per osservare gli effetti, a distanza di alcuni anni, della lotta biologica mediante il Torymus.


Programma
- visita dell'area di moltiplicazione presso il Centro di Castanicoltura a Chiusa
Pesio  con breve presentazione delle attività condotte nel 2013, h. 10/10.30 (dipende dal vostro arrivo, attendo indicazioni).
- visita al castagneto di Boves.
- pranzo al sacco a Boves in un bel prato attrezzato con alcuni tavoli e panchine e un piccolo chioschetto tipo bar nei pressi dell'EcoMuseo della Castagna.
- visita al castagneto di Robilante (per raggiungere il castagneto sono necessari 20-30 minuti di cammino).
- visita al castagneto-frutteto di Via della Ripa.



22 ago 2013

SAGRA DELLE CASTAGNE 2013 MARRADI (FIRENZE)

COMUNICATO STAMPA "SAGRA DELLE CASTAGNE" 2013

Anche quest’anno a Marradi (FI) si svolgerà la tradizionale “Sagra delle Castagne” giunta alla sua 50^ edizione. Le giornate impegnate saranno le domeniche 6-13-20 e 27 del mese di ottobre.

Come tutti gli anni saranno presenti i nostri stand gastronomici che proporranno ai visitatori le tradizionali leccornie del famoso frutto “Il marrone di Marradi” quali:
i tortelli di marroni, la torta di marroni, il castagnaccio, le marmellate di marroni, i marrons glacés, i “bruciati” (caldarroste), etc.
Per le vie del paese saranno, inoltre, in vendita i classici prodotti del bosco e sottobosco, oltreché altri prodotti artigianali e commerciali.
Le domeniche di sagra saranno, poi, animate da artisti di strada e musicisti itineranti che si alterneranno nel corso delle 4 giornate in questione.
Sarà, inoltre, possibile visitare la Mostra del mobile in castagno e Mostre di pittura.
In tarda mattinata avrà luogo l’apertura del self service “Il riccio” con degustazione di piatti della cucina tradizionale marradese come la polenta ai funghi porcini, carni al girarrosto accompagnati da vini della regione e dolci a base di castagne.
I pomeriggi saranno allietati da spettacoli di musica e varietà con la presenza di attrazioni per bambini, oltre ad uno spettacolo di illusionismo.
Anche quest’anno l’organizzazione ha previsto l’emissione di un annullo filatelico. Sarà a disposizione, nelle quattro domeniche, un ufficio in cui sarà possibile acquistare tali annulli. Si potranno, inoltre, richiedere telefonando al numero 055/8045170.
Marradi sarà collegata alla città di Firenze dal tradizionale treno a vapore che, come ogni anno, attraverserà l’Appennino Tosco-Romagnolo. Info presso l'agenzia “Antologia Viaggi” al numero 0573/367158 per i treni in partenza domenica 13 ottobre da Bologna e domenica 20 ottobre da Rimini e Pistoia-Firenze.

Per informazioni potete contattare l’Ufficio Turistico di Marradi telefonando al numero 055/8045170 o scrivendo all’indirizzo info@pro-marradi.it oppure visitate il ns. sito www.sagradellecastagne.it

20 ago 2013

IV Rencontres Européennes de la Châtaigne Bologne, Italie, 12 et 13 Septembre 2013

Jeudi 12 Septembre
9.30 Inscription des participants
10.00 Accueil par M. Josep María Pelegrí i Aixut, Président de l’AREFLH et
Conseiller de l’Agriculture pour la Catalogne et par M. Tiberio Raboni,
Conseiller de l’Agriculture pour l’Emilie Romagne.
10.30 Session thématique

  • Le Plan Castanéicole Italien, un instrument de programmation, de développement et de valorisation. Alberto Manzo - Ministère des Politiques Agricoles, Italie
  • Etat des lieux de la diffusion du Cynips en Europe et sur la lutte biologique en Italie                             Prof Alberto Alma - Université de Turin. Italie
  • La maîtrise des Cinipide à travers la diffusion du parasitoïde Torymus Sinensis :Expérience de l’Emilie Romagne : la reproduction du Torymus sinensis, la programmation des lâchers et la dissémination des parassitoïdes, les premiers résultats obtenus.                                                                               Service phyto-sanitaire de la Région Emilie-Romagna : Alberto Contessi, Nicoletta Vai, Massimo Bariselli; italie

12.30 Discussion
13.00 Pause déjeuner

14.30 Session thématique

  • La castanéiculture dans le cadre de la Politique Agricole Commune et la position de l’ Italie, de la France et de l’Espagne. Jacques Dasque, AREFLH (Assemblée des Régions européennes Fruitières, légumières et horticoles)


  • Un projet stratégique Européen pour la recherche et la valorisation du marron et de la châtaigne. Luciano Trentini, CSO et un expert du Syndicat National Français de la Châtaigne et du Marron.
  • Une dynamique pour la production européenne par le renouvellement du verger. Bertrand Guerin, Président de l’interprofession châtaignes du Sud-Ouest de la France
  • Défense de la qualité.La confusion du consommateur. Mr D Francisco Barredo Gonzalez Président de Proagrosilga . Espagne
  • Châtaigne, redécouvrir l’alimentation pour le 21ème siècle. Jose Carlos Esteves Gomez Laranjo, Refcast, Portugal

17.00 Table ronde : la commercialisation de la châtaigne.
Bilan de la campagne 2012 et prévisions récolte 2013
Pays : Italie, France, Espagne, Portugal, Turquie.

18.30 Conclusion du Président du Consorzio Città del Castagno

20.00 Dîner

Vendredi 13 septembre 
Visite des châtaigneraies du territoire
9.00 Départ en bus de Bologne
(trajet : 50 minutes)
Visite de la châtaigneraie(13 ha) sur le thème de la rotation de la taille par
zones : des plus récent (hiver dernier) aux plus anciennes (4 ans, 8 ans, etc)
Destination : l’exploitation « Terra Amica », aux alentours de Loiano.
11.00 - Départ pour la visite de l’exploitation la Martina (Commune de
Monghidoro). Distance 12 km, temps 20/25 minutes.
11.30 - Visite d’une châtaigneraie ancienne (certains châtaigniers y sont estimés à
700/800 ans)
12.45 Déjeuner à Palazzo Loup
14.00 Retour à Bologne

19 ago 2013

IV Incontro Europeo della Castagna Bologna, Italia 12 - 13 Settembre 2013

Questo è il programma del “IV Incontro Europeo della Castagna”, coordinato dal Dott. Luciano Trentini del CSO, che si terrà a Bologna il 12-13 Settembre 2013.

L’Incontro è di grande importanza per la Castanicoltura Europea, e soprattutto Italiana, anche in previsione di formulare un progetto che coinvolga più Paesi Castanicoli, su alcune tematiche di estremo interesse da presentare alla Comunità Europea.



Giovedì 12 Settembre
Sala A 
Assessorato Agricoltura Regione Emilia-Romagna viale della Fiera n. 8 – Bologna

Ore  9.30 Iscrizione dei partecipanti

Ore 10.00 Saluto delle autorità
                        Josep María Pelegrí i Aixut - Presidente di AREFLH
                        Tiberio Rabboni - Assessore all’Agricoltura Regione Emilia-Romagna

Ore 10.30 Sessione tematica

Il Piano Castanicolo Italiano uno strumento di programmazione, sviluppo e valorizzazione                               Alberto Manzo – Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
Aggiornamento sulla diffusione del Cinipide in Europa e sulla lotta biologica in Italia
        Alberto Alma – Università di Torino
Il contenimento del Cinipide attraverso la diffusione del parassitoide Torymus Sinensis: l’esperienza dell’Emilia-Romagna
(La riproduzione del Torymus  sinensis, la programmazione dei lanci, la disseminazione del parassitoide, i primi risultati ottenuti dal Servizio fitosanitario )
       Alberto Contessi, Nicoletta Vai, Massimo Bariselli – Regione Emilia-Romagna

Ore 13.00 Discussione

Ore 13.30 Pausa Pranzo

Ore 14.30 Sessione Tematica

La castanicoltura e la Politica Agricola Comune: la posizione di Italia, Francia e Spagna.  Jacques Dasques, AREFLH – Francia

Un progetto strategico Europeo per la ricerca e la valorizzazione della castagna.    Luciano Trentini, CSO - Italia

I frutteti razionali, una possibilità per il futuro della castanicoltura europea. Bertrand Guerin,  interprofessione Castagna del Sud Ovest  - Francia

Difesa della qualità; la  confusione del consumatore.
Francisco Baerredo Gonzalez, Proagrosilga - Spagna.

Castagna, riscoprire l'alimentazione per il XXI secolo.  
          Jose Carlos Esteves Gomez Laranjo, Refcast- Portogallo

Ore 17.00 Tavola rotonda:
La commercializzazione di castagne e marroni in Italia, Francia, Spagna, Portogallo e Turchia.

Ore  18.30   Conclusioni: Ivo Poli, Presidente della Associazione Nazionale  Città   del Castagno - Italia

Ore  20.00 Cena

Nella sala A si terrà inoltre l' "Esposizione tematica del castagno" a cura di: Elvio Bellini, Presidente del Centro di Studio e Documentazione sul Castagno - Italia


Venerdì 13 settembre 

Visita dei castagneti del territorio

Ore  8.00 Partenza da Bologna in bus per:

Ore 10.00    Azienda Agricola "Terra Amica",  Loiano (Bo)

Ore 11.00    Azienda  Agrituristica La Martina di  Monghidoro(BO)

Ore 12.00 Visita al castagneto secolare (piante  di  700/800  anni)

Ore 12.30 Partenza per Palazzo Loup

Ore 12.45 Pranzo a Palazzo Loup

Ore 14.00 Partenza per Bologna


ISCRIZIONI.  www.incontro-castagna.org

01 ago 2013

TORTA CASTAGNE E MANDORLE: DAL BLOG PROFUMO DI DOLCI

La nostra amica Monica, blogger di GialloZafferano.it/profumodidolci ha preparato questa deliziosa torta con castagne e mandorle "è un dolce soffice e leggermente umido, a metà strada tra una torta e un castagnaccio." 



Ingredienti:

200 gr. di farina di castagne
50 gr. di farina di mandorle
2 uova
1 stecca di vaniglia o 1 bustina di vanillina
120 gr. di zucchero (io ne ho messo metà di canna)
1 tazzina di olio di semi
300 gr. di latte
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
mandorle a lamelle per decorare

La ricetta la potete trovare QUI: profumodidolci blog