29 nov 2013

INVERNO: GNOCCHI DI CASTAGNE

Un grazie ai soliti fantastici blogger di GialloZafferano (il link a giallozafferano.it/peccatodigola) per questi gnocchi di castagne: si tratta della ricetta per fare dei gnocchetti invernali un po' diversi dal solito nonchè un suggerimento per un sugo che accompagni questa deliziosa specialità senza uccidere il delicato gusto della castagna.



Ingredienti:
per 400 gr di gnocchi


  • 300gr di farina di castagne, 
  • 100gr di farina 00, 
  • 350 – 400 ml di acqua.

per il sugo, 

  • burro q.b., 
  • salvia fresca, sale,
  •  pepe, 
  • parmigiano grattugiato o in scaglie.
Trovate la ricetta per i gnocchi cllikando QUI
e la ricetta per preparare il piatto clikkando QUI 

28 nov 2013

MUGELLO DI SAPORI, FIRENZE

Il presidente della Strada con i prodotti esposti

Palazzo Medici Riccardi a Firenze
La Strada del marrone del Mugello di Marradi, in collaborazione con la Camera di Commercio di Firenze e Vetrina Toscana, ha organizzato una giornata evento presso il magnifico palazzo fiorentino Medici Riccardi . 
Ci siamo divertiti ed abbiamo cercato di comunicare i valori semplici del nostro villaggio a cittadini e turisti.
Oltre al miele di castagno, alla birra di marroni, ai marrons glacès ed ai marroni freschi, abbiamo portato anche dei salumi e dei formaggi dei nostri alpeggi.
                             
Il miele e la birra di marroni di Marradi

Presentazione del dolce "STRADA DEL MARRONE"
La galleria delle carrozze a palazzo Medici Riccardi

Soci della Strada con i prodotti della loro azienda agricola
Per divertirci nulla di meglio dei Musicanti di San Crispino

Assaggi con i marroni canditi di Marradi

27 nov 2013

BACI DI DAMA ALLE CASTAGNE

La nostra amica Monica, blogger di cucina su giallozafferano/profumodidolci ha creato questa ricetta , modificando un dolcetto tradizionale piemontese aggiungendo della farina di castagne all'impasto.


Ingredienti:

140 gr. di farina di castagne

120 gr. di farina di nocciole

100 grammi di zucchero

100 gr. di burro morbido

cioccolato fondente

Per la ricetta completa, clikkate QUI

19 nov 2013

UN CROCCANTE CON I MARRONI !!

Ho trovato questa inedita ricetta per un croccante con i marroni sul (solito) bellissimo blog di arti di cucina giallozafferano.it : chicchecris

 

Ingredienti:

Per le cialde
- 60 gr di olio extravergine Leccino
- 60 gr di panna liquida
- 40 gr di miele
- 40 gr di farina
- 80 gr di scaglie di mandorle

Per la crema
-  300 gr di marroni
-  80 gr di mascarpone
-  2 cucchiai di rum
-  ½ bicchiere di latte
-  3 cucchiai di zucchero di canna

Per la ricetta completa, clikkate QUI


15 nov 2013

SCHEDA DELLA TORTA DI MARRONI DI MARRADI


Ecco la scheda della Torta di Marradi che è un Prodotto tradizionale di Toscana, D.Lgs. n° 173/98, Art. 8 - Decreto Mi.P.A.F. n° 350/99

Torta fatta da Marilena Maurizi

!. Descrizione prodotto:
Torta di marroni di Marradi

2. Sinonimi:
"la Torta"

3. Descrizione sintetica del prodotto:
Torta a base di marroni freschi, colore marrone, cotta in teglie rotonde o rettangolari e presentata in vassoi tagliata in pezzetti a forma di "losanga" .

4. Territorio interessato alla produzione:
Territorio del Comune di Marradi (FI)

5. Produzione in atto:
r scomparso   r a rischio   r attivo

6. Descrizione dei processi di lavorazione:
Ingredienti per impasto: 1 kg di passato di Marron Buono di Marradi, 1l di latte intero, 7 uova, 500gr di zucchero, 50gr di rhum, 50g di alchermes, 1 bustina di vanillina.
Ingredienti per la sfoglia: 150gr di farina "00", una grossa noce di burro, un cucchiaio di zucchero, latte quanto basta per impastare.
Procedimento: In una ciotola capiente mettere il passato, le uova, lo zucchero, il rhum, l'alchermes e la vanillina. Con una "frusta" amalgamare gli ingredienti sino ad ottenere un composto omogeneo senza "grumi" poi aggiungere il latte continuando a mescolare dolcemente. Passare il composto attraverso un colino fine e lasciare a riposo. Nella spianatoia mettere tutti gli ingredienti per la preparazione della sfoglia. Amalgamare il tutto sino a formare una palla liscia e consistente. Con il matterello o la macchina per la pasta tirare una sfoglia finissima, quasi trasparente. Rivestire con la sfoglia una teglia di circa 30 cm di diametro precedentemente imburrata e versarvi il composto che dovrà, in ogni caso, avere un'altezza di circa 4 cm. Mettere la teglia in forno preriscaldato a 200° e mantenere tale temperatura per 20 minuti poi abbassare la temperatura a 150°-160° e continuare la cottura per circa due ore e trenta minuti. Per verificare la corretta cottura della torta basterà inserire uno stecchino, estraendolo dovrà essere asciutto.
Torta fatta da Marilena Maurizi
Togliere la torta dal forno e lasciarla riposare sino al giorno dopo coprendola con carta stagnola. È tradizione che la torta di marroni venga servita tagliata a "losanghe" con coltello immerso di volta in volta in acqua fredda.
Passato di marroni: 700gr di Marron Buono di Marradi sbucciati, 600gr di latte intero, un pizzico di cannella, mezzo baccello di vaniglia, un pizzico di sale.
Procedimento: Bruciacchiare la buccia dei marroni passandoli su fiamma con padella forata il tempo necessario per renderli sbucciabili senza cuocerli. Sbucciare i marroni togliendo sia la buccia che la pellicola interna, lavarli e metterli a bollire in una pentola ricoperti dal latte con la vaniglia, il sale e la cannella. Tenerli in bollitura per circa un' ora a fuoco basso avendo cura di rigirarli con mestolo per evitare l' attaccatura al fondo. I marroni vanno tolti dal fuoco quando hanno assorbito tutto il latte e vanno passati al setaccio.

7. Materiali, attrezzature e locali utilizzati per la produzione:
- Padella per la scottatura dei marroni;
- Normali attrezzi da cucina.

8. Osservazioni sulla tradizionalità, la omogeneità della diffusione e la protrazione nel tempo delle regole produttive:
Sebbene il frutto del castagno sia disponibile per un periodo limitato di tempo, gli uomini hanno saputo conservarlo e trasformarlo in vari modi, tanto da renderlo utilizzabile tutto l'anno, per numerose ricette.
Le castagne venivano essiccate, mentre i marroni erano destinati in gran parte ad essere utilizzati freschi, oppure ad essere trattati con vari metodi (ricciaia, caratura, essiccazione). Il prodotto fresco, disponibile, anche se trattato, per un periodo di tempo limitato, veniva utilizzato per piatti speciali, come la torta di marroni, che veniva preparata per Natale e in occasioni importanti durante il periodo autunnale.
La castagna è stata il frutto fondamentale per l'alimentazione di generazioni di contadini di montagna; mancando grano e mais, la funzione della pasta e del pane, era sostituita dalla polenta dolce (pattona) fatta con la farina di castagne. Infatti il castagno era detto "albero del pane". Esistono molte varianti di questa ricetta, si può dire che ogni famiglia ha la propria, ereditata dalle passate generazioni, ed il
risultato può essere diverso. Pare che la ricetta, tramandata oralmente di generazione in generazione risalga al 1700.
Della torta di marroni, tutti i Marradesi concordano nell'affermare l'assoluta eccellenza. Nessuno si sogna di mettere in dubbio il suo primato nella gastronomia locale. E come si potrebbe? Un prodotto di tale soave armonia, che a Marradi si prepara da secoli, che pone a confronto in cucina madri e figlie, suocere e nuore, che mette d'accordo vecchi e giovani, quando il piacere di assaporarlo impone silenzio a tavola, ha già ottenuto dalla storia la sua medaglia al valore.
Un solo elemento non ammette dubbi: la torta si fa con marroni di Marradi, freschi.
Ma la moderna apertura al confronto, alla multiculturalità, impone ormai che la torta di marroni esca dai confini del paese d'origine, per farsi conoscere anche fuori di Marradi, accettando la sfida, piegandosi alla degustazione di palati esigenti, inchinandosi alla codificazione finale di una ricetta che potrà liberarla dalle nebbie della tradizione orale.

Torta fatta da Marilena Maurizi
9. Produzione:
La produzione della torta di marroni avviene negli agriturismo, ristoranti e forni della zona di Marradi, oltre che a livello casalingo ed in occasione di sagre e feste paesane. La commercializzazione rimane relegata in zona.
La produzione si attesta intorno ai 3500 kg, mentre la quantità media degli ultimi 3 anni è stata di 3300 kg.

La qualità della torta di Marradi viene esaltata con l'utilizzo dei "Marroni del Mugello IGP".

07 nov 2013

BILANCIO DELLA PRODUZIONE 2013 DI CASTAGNE IN TOSCANA


AGIPRESS – FIRENZE -

La Toscana conferma il primato della qualità con ben 5 tipi di castagne che hanno ottenuto il riconoscimento europeo, ma il raccolto sarà ancora magrissimo. L’andamento climatico unito all’aggressione del cinipide galligeno e per la prima volta anche alla presenza massiccia ed evidente degli ungulati condizioneranno, anche quest’anno, la castanicoltura toscana con raccolti dimezzati e perdite di prodotto con punte, in alcune aree, fino al 60%. A fornire una primo quadro è Coldiretti toscana, sulla base della previsioni dell’Associazione Nazionale Città del Castagno. Sono lontani quindi i bei tempi in cui i 16mila ettari di castagneti da frutto (dati della Regione Toscana) regalavano fino 24 mila tonnellate fra marroni e castagne.

Ad incidere sulla mancanza del prodotto sono stati – spiegano Coldiretti e Associazione Nazionale Città del Castagno – la piovosità prolungata in primavera, durante la fioritura dei castagni, con dilavamento del polline e difficoltà nella allegazione, conseguente ritardo nella formazione dei frutticini unita ad un’estate calda con continua ventilazione di venti da Nord (tramontana) con disidratazione dei ricci, e rallentamento nell’ingrossamento degli stessi. L’annata è stata caratterizzata – proseguono Coldiretti e Associazione Nazionale Città del Castagno – da un forte sfarfallamento della Cydia precoce del castagno (Pammene fasciana) che ha contribuito alla caduta precoce di parte dei piccoli ricci. Ad incidere sull’annata di passione del settore, la presenza fuori controllo degli ungulati: cinghiali, caprioli e cervi che si cibano delle poche e buone castagne cadute a terra.

La ridotta produzione locale ha provocato la massiccia importazione di prodotti dall’estero che sono cresciute del 20% nei primi sette mesi del 2013 dopo che nel 2012 erano praticamente raddoppiate rispetto all’anno precedente e quasi triplicate rispetto al 2010. Il risultato - precisa la Coldiretti - è uno storico sorpasso con gli italiani che hanno più del 50% di probabilità di trovarsi nel piatto senza saperlo castagne straniere provenienti soprattutto dalla Spagna, dal Portogallo, dalla Turchia e dalla Slovenia.

Se dal punto di vista quantitativo la situazione è preoccupante il primato italiano è confermato - continua Coldiretti - dalla presenza di ben cinque tipi di castagne che hanno ottenuto il riconoscimento europeo: il Marrone del MugelloIgp il Marrone di Caprese Michelangelo Dop, la Castagna del Monte Amiata Igp, la Farina di Neccio della Garfagnana Dop e la Farina della Lunigiana Dop, l’ultima in ordine cronologico ad essere stata riconosciuta.

Agipress

01 nov 2013

FIRENZE: TORNA LA "CASSETTA DEGLI ATTREZZI" E VA A MARRADI

Fra i compiti de la Direzione Sviluppo Economico, Programmazione e Turismo della Provincia di Firenze
vi è l'organizzazione di iniziative formative e promozionali per operatori turistici.
Viene famigliarmente chiamata "la cassetta degli attrezzi" per i professionisti del settore..



Ecco quindi che torna la "Cassetta degli Attrezzi" made in BTO Educational e dedicata questa volta agli operatori turistici di Marradi e dell'Unione Montana dei Comuni del Mugello.

L'incontro formativo si svolge nel Teatro degli Animosi di Marradi il 14 novembre, dalle 10 alle 17.
Saranno presenti il co-fondatore di BTO, Robert Piattelli, l' Assessore al Turismo del Comune di Marradi Andrea Sartoni, l' Assessore al Turismo della Provincia di Firenze Giacomo Billi e collaboratori del portale turistico regionale.
Gli operatori turistici non dovranno lasciarsi sfuggire questa opportunità per entrare in contatto più da vicino con il mondo del web 2.0 declinato sul turismo, la reputazione online, l'impiego dei social media e altro.

Cassetta degli attrezzi/Mugello è il 14 novembre.