08 apr 2015

LA VIA TEUTONICA COME ITINERARIO PER LA DIFFUSIONE DEL "MARRONE"


L'assessore al turismo e Cultura della Regione Toscana, Sara Nocentini , si è prestata a tenere a battesimo un progetta sulla Via Teutonica, un percorso medievale per i pellegrini che dal nord Europa scendevano verso Roma, e che si snodava dal Brenner Pass verso quella che era stata una importante via romana di comunicazione attraverso l’Appennino: la via Faentina.



Il muro è l’elemento che viene considerato più caratterizzante del Medioevo: mura, fortezze, porte chiuse al tramonto quale simbolo di un’epoca immobile. Invece un grande flusso di persone attraversava questa Europa delle mura: i pellegrini.
Il nostro lavoro si ripromette di riscoprire il percorsodi una delle vie Romee su quella che era una importante via romana di comunicazione attraverso l’Appennino, la via Faentina, quale pretesto per la scoperta di un territorio su cui cresce il Marrone del Mugello IGP. Ed è dalla considerazione  che in Italia abbiamo altre tre varietà molto simili ( il marrone della val di Susa, il marrone detto “di San Giorio”; nel Trentino il marrone “di Trento”; infine nell’area della Tuscia tra il lago di Vico e Nemi il marrone detto “di Viterbo” ) per indagare le possibili relazioni tra queste zone del territorio nazionale così distanti fra loro, ma aventi in comune il passaggio dei pellegrini attraverso i percorsi della via Francigena o delle viee Romee. L’ipotesi che vorremmo sviluppare è quindi il legame fra le varietà di marroni con le principali vie di pellegrinaggio medievali: San Giorio è un santo conosciuto quasi esclusivamente in val di Susa, da dove passava uno dei rami della via Francigena, il Trentino era attraversato dalla via Teutonica (la Romweg dei tedeschi) e Marradi e il Mugello erano attraversati dalla via Faentina, uno dei percorsi con cui la via Teutonica giungeva in Toscana. Il lago di Vico e Nemi infine vedevano diverse opzioni di ricongiungimento tra la via Francigena (a ovest) e la via Teutonica (a est) per convogliare i pellegrini provenienti dal nord verso Roma, la meta del viaggio. 

Badia della Valle (Lutirano di Marradi)

Una sfida per coloro che decidono di attraversare queste nostre terre, cercare con calma ed attenzione segni degli antichi passaggi della via Teutonica: gli “spitali”, che aiutavano i pellegrini nel loro lungo viaggio.
Contestualmente verrà operata una serie di incontri con Associazioni ed Enti del Trentino AltoAdige/Sud Tyrol per valutazioni tecnico/scientifiche circa i percorsi di attraversamento delle Alpi da parte dei pellegrini

Tutto ciò considerato, è stato organizzato un convegno storico/scientifico a Marradi per il giorno  
18 aprile 2015
avente titolo:
 “”Scusi dov’è la via Teutonica? La via Faentina: itinerario alternativo della via Teutonica e veicolo di diffusione del castagno. “” 




Programma
ore 11,00
saluto del Sindaco di Marradi
saluto del presidente della Strada del marrone del Mugello di Marradi

Relatori e interventi:

Renato Stopani: “La via Faentina, un esempio di “longue durée” di una strada romana”

Elvio Bellini e Daniele Morelli: “Il Castagno lungo la Via Teutonica" 

Francesco Salvestrini: Vallombrosani e Camaldolesi nel territorio di Marradi”

Livietta Pedulli:  "L'abbazia di Santa Reparata di Marradi. Monaci, castagneti, pellegrini”

ore 13,00 rinfresco offerto dalla Strada del marrone e dai Castanicoltori del Trentino
ore 14,00 ripresa  lavori

Claudio Marchesoni: "-...il castagno riesse in grandezza così gigantesca che non v'ha situacione in               Europa che la pareggi ....-"

Luciano Bassini: “D’arme, d’acque e di vini”. L’Alto Mugello tra cronaca e letteratura”

Marco Gamannossi: “La via Faentina, canale di diffusione della cultura artistica dell’Esarcato”

Divo Savelli: “L’opera pittorica del “Maestro di Marradi” alla Badia del Borgo”

16,00 conclusione e dibattito


ORARI DEI TRENI 
per chi volesse raggiungere Marradi nel modo più comodo ed "ecologico": il Teatro degli Animosi dista 4 minuti a piedi.
 
Partenza da Bologna Centrale h.08:53
Arrivo a Marradi-Palazzuolo sul Senio h 10,55

Partenza da Faenza h. 08:20
Arrivo a Marradi-Palazzuolo sul Senio h. 08:52

Partenza da Faenza h. 12:20
Arrivo a Marradi-Palazzuolo sul Senio h. 12:52

Partenza da Firenze SMN h. 09:40
Arrivo a Marradi-Palazzuolo sul Senio h. 10:55

Partenza da Firenze SMN h. 11:40
Arrivo a Marradi-Palazzuolo sul Senio h. 12:55